SCIOPERO GENERALE 23 OTTOBRE

 

Manifestazione USI

– CONTRO QUALSIASI TENTATIVO DI FAR PAGARE I COSTI DELLA CRISI SOLO AI LAVORATORI CON L’AUMENTO DELL’ETA’ PENSIONABILE E IL BLOCCO DEI SALARI RISPETTO ALL’INFLAZIONE. BLOCCO DEI LICENZIAMENTI

 

 

– PER FORTI AUMENTI SALARIALI, SLEGATI DALLA PRODUTTIVITA’ AZIENDALE, PENSIONISTICI E LA GARANZIA A TUTTI DI REDDITO E SERVIZI ADEGUATI, RECUPERANDO RISORSE DALL’EVASIONE FISCALE E DAI PROFITTI, AMPLIANDO GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI A TUTTI I LAVORATORI IN MODO CONTINUATIVO;

 

– PER L’ABROGRAZIONE DI TUTTE LE LEGGI BRUNETTA SUL PUBBLICO IMPIEGO,

 

– NO ALLA RIFORMA GELMINI E ALLA SCUOLA “AZIENDA”

 

– CONTRO TUTTI I PROVVEDIMENTI LEGISLATIVI E ACCORDI FRA PARTI SOCIALI, PRESENTI E PASSATI, TESI A LIMITARE LA LIBERTA’ DI SCIOPERO, CONTRATTAZIONE E RAPPRESENTANZA.

– PER L’ELIMINAZIONE DELLE SPESE MILITARI E CONTRO LE LOGICHE BELLICISTICHE E SECURITARIE. I RISPARMI DERIVATI DA QUESTE SPESE POTRANNO ESSERE UTILIZZATI PER CREARE NUOVA OCCUPAZIONE

 

 

– PER L’ELIMINAZIONE DI OGNI FORMA DI PRECARIETA’ LAVORATIVA E L’ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO DI TUTTI I LAVORATORI PRECARI E A NERO, PERCHE’ IL LAVORO SIA SOGGETTO DI FORTI INVESTIMENTI NELL’AMBITO DELLA SICUREZZA

 

– ABOLIZIONE DEL LEGAME TRA PERMESSO DI SOGGIORNO E CONTRATTO DI LAVORO, RITIRO DEL PACCHETTO SICUREZZA E LA CHIUSURA DEI CIE. ABROGRAZIONE DELLA LEGGE BOSSI-FINI

 

– PIANO STRAORDINARIO DI INVESTIMENTI PUBBLICI PER IL REPERIMENTO DI UN MILIONE DI ALLOGGI POPOLARI, TRAMITE UTILIZZO DI CASE SFITTE E MEDIANTE RECUPERO, RISTRUTTURAZIONE E REQUISIZIONI DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE ESISTENTE, BLOCCO DEGLI SFRATTI, CANONE SOCIALE PER I BASSIREDDITI

 

 

– PIANO DI MASSICCI INVESTIMENTI PER LA MESSA IN SICUREZZA DEI LUOGHI DI LAVORO E DELLE SCUOLE, SANZIONI PENALI PER GLI OMICIDI SUL LAVORO E GLI INFORTUNI GRAVI

CASSA INTEGRAZIONE ALMENO AL 80% DEL SALARIO PER TUTTI I LAVORATORI/ICI, PRECARI COMPRESI, CONTINUITA’ DEL REDDITO PER I LAVORATORI ” ATIPICI”

-BOLOCCO DELLE PRIVATIZZAZIONI

-CONTRO UN RITORNO DEL NUCLEARE

-BLOCCO DELLE GRANDI OPERE. MESSA IN SICUREZZA DI TUTTE LE ZONE A RISCHIO E MIGLIORAMENTO DELLE INFRASTRUTTURE GIA’ ESISTENTI.

Presidio dalle 9.30 alla SPX di Sala Baganza in solidarietà ai lavoratori in lotta

Sez. di Parma dell’ Unione Sindacale Italiana/AIT

This entry was posted in vecchi comunicati e articoli. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *