Comunicato di solidarietà ai lavoratori SPX-italia

I lavoratori della sezione di Parma dell’ USI/AIT vogliono esprimervi totale solidarietà. In una situazione così drammatica la scelta migliore è stata l’indizione dello sciopero ad oltranza, presidiando permanentemente la fabbrica. Nulla dovrà uscire dalla vostra fabbrica.Vediamo nella decisione scellerata della direzione di licenziare 45 lavoratori e spostare la produzione, solo il tentativo di speculare sui lavoratori a profitto dei propri interessi economici. In questo modo metterebbero in crisi molte famiglie. Ovviamente lo spostamento della produzione e dei magazzini è solo un primo passo, probabilmente ne presumerà altri.La crisi economica e finanziaria esplosa a livello mondiale, colpendo prima le borse poi successivamente come un domino tutto il sistema produttivo, ha smascherato il vero volto del sistema attuale e ha mostrato la natura dei vari dirigenti, imprenditori, finanzieri, manager…Vi vogliamo ricordare la dura lotta all’INNSE Presse di Milano dove i lavoratori hanno occupato la fabbrica e hanno continuato la produzione, contro la chiusura imposta dal proprietario, seguita da un lungo periodo di presidio. Non pensate che in questa situazione generale di crisi una scelta così importante possa essere un freno, anzi dovete guardare avanti. Proprio durante la crisi economica del 2001 in Argentina i lavoratori della Zanon Ceramiche (www.obrerosdezanon.com.ar) hanno preso in mano la produzione dello stabilimento e la stanno tuttora portando avanti con degli ottimi risultati; aumento della produzione e dei posti di lavoro, ricerca e ammodernamento, aumento della sicurezza, redistribuzione del fatturato, parte dei guadagni utilizzati nel sociale, le decisioni per la vita della propria fabbrica prese collegialmente. Questo è il loro “Piano Industriale”. I lavoratori stessi devono compiere lo sforzo per non cadere nel vortice della crisi, tenendo saldo il tessuto sociale prendendo delle decisioni drastiche. Perché l’azienda è vostra, ogni giorno vi siete impegnati a mandarla avanti nel miglior modo possibile, quindi spetta a voi continuare la produzione. Noi cercheremo con i nostri mezzi d’aiutarvi in qualsiasi modo, attivandoci se necessario a livello nazionale e anche internazionale. Il primo maggio siamo scesi in piazza con lo slogan:  LA CRISI SIETE VOI, LA SOLUZIONE SIAMO NOI!!   

 

Per solidarietà gli operai: gabs14@alice.it 

Per la cassa di solidarietà: Bonifico Bancario sul conto corrente intestato a Darecchio Stefania e Morini Antonio presso Banco Posta – Parma.
IBAN IT 23 Y 07601 12700 000098722317

Chiediamo a tutti come gesto di solidarietà, mandare questo comunicato di protesta alla sede europea:

Solidarietà ai lavoratori SPX Italia in lotta contro la minaccia di licenziamento per 45 lavoratori/lavoratrici

You caused the crisis and we are paiyng for it!!

alex.waser@spx.com (è il capo europeo) 

SPX Service Solutionsporschestrasse

4Hainburg Germany 63512

0049 6182 959 100 

 

 

 

This entry was posted in Generale. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *