SCIOPERO GENERALE 14 NOVEMBRE

vola14N

Posted in Generale | Leave a comment

Blitz il 1 maggio contro il Billa

billa

Il Primo Maggio non si lavora’:alcuni lavoratori ed attivisti sono entrati all’interno del supermercato Billa, distribuendo alcuni volantini contro le aperture degli esercizi commerciali in giorno della Festa dei Lavoratori.

Qui una breve cronaca:

http://www.parmatoday.it/cronaca/blitz-usi-lavoro-primo-maggio.html

 
Posted in Generale | Leave a comment

E’ stato un 1 maggio di lotta!

1 mag

Primo Maggio, in centinaia a Parma per respirare autogestione e lotta

Prima dell’inizio del corteo, fissato per le ore 10 da piazzale Barbieri, cuore nell’Oltretorrente in rivolta-oggi come ieri-

alcuni lavoratori e compagni dell’Usi e del gruppo anarchico Antonio Cieri hanno messo in atto un’altra azione di lotta sulla questione del lavoro domenicale, la terza svoltasi a Parma nel corso degli ultimi mesi. Con striscione, megafono e volantini sono entrati all’interno del supermercato Billa, aperto tutto il giorno nonostante la Festa, gridando slogan contro il precariato e il lavoro festivo e domenicale. Hanno distribuito volantini, raccogliendo la solidarietà dei lavoratori e dei clienti. Dopo un breve corteo spontaneo, pre-Primo Maggio, i compagni sono tornati al concentramento. Più di 700 persone hanno preso parte al corteo popolare indetto dall’Usi e sostenuto dal gruppo anarchico Cieri. La composizione era una somma delle lotte sul territorio: gli occupanti dello Spazio Popolare Autogestito Sovescio, sotto sgombero grazie ad un’ordinanza del sindaco grillino Pizzarotti, gli occupanti dell’ex cinema Lux, restituito alla collettività grazie all’azione diretta della Rete Diritti in Casa, i giovani del Kollettivo Autogestito

Giovanile, i ragazzi e le ragazze della Mercatiniera, che cercano di sviluppare l’autogestione della produzione alimentare,

tanti cittadini e cittadine che non si riconoscono più nell’inganno dei sindacati confederali che hanno dato vita ad un corteo morto, senza partecipazione e rituale. Il corteo dell’Usi invece ha sostenuto l’occupazione del Sovescio e la sua futura difesa, ha contestato Confindustria, casa del palazzinari che cotringono centinaia di migranti a vivere in strada o in cantine umide. Fumogeni, slogan, striscioni e interventi al megafono contro il Job Acts, i sindacati confederali e la precarietà lavorativa. Davanti alla casa dell’Unione Industriali i manifestanti si sono fermati, hanno espresso la loro rabbia e la rabbia dei tanti precari e senza casa che, di quello stesso corteo, hanno voluto far parte in prima persona. Senza deleghe. Poi da Torino sono arrivate le notizie dei pestaggi della Polizia e delle provocazioni squadriste del Pd: la piazza parmigiana si è fermata per dare massima solidarietà ai feriti e ai fermati. E non mancherà di esprimerla nei prossimi giorni. Per condividere una lotta che non può essere interrotta. Dopo il saluto agli occupanti dell’ex cinema Lux la posa di un mazzo di fiori all’anarchico Antonio Cieri. Poi il corteo è proseguito fino alla Festa al Parco Pellegrini che, nonostante la pioggia del giorno prima, ha retto la festa autogestita che si è svolta per tutto il pomeriggio con la partecipazione di più di mille persone. Una giornata totalmente autogestita per un futuro di lotte sul territorio. Come anarchici e libertari di Parma da qui ripartiamo.

Alcune foto del corteo:

http://www.parmatoday.it/cronaca/1-maggio-corteo-usi.html

Posted in Generale | Leave a comment

SULLA GIORNATA DEL 25 APRILE – comunicato

25 aprile

Siamo soddisfatti per la giornata del 25 Aprile 2014, una data che avevamo pensato come momento di sintesi di tutte quelle lotte portate avanti durante il resto dell’anno e che secondo noi costituiscono la necessaria spina dorsale dell’antifascismo. Lotte che parlano del diritto alla casa, ad un lavoro e una vita dignitosa, liberi dalla guerra e dal razzismo, lotte che fanno in modo che il giorno della Liberazione si allontani dalle liturgie, per valorizzare e attualizzare il sacrificio fatto durante la lotta partigiana. Il 25 Aprile non è una ricorrenza e così è stato fin dall’inizio. Il primo ad uscire dalla consuetudine è stato il sindaco Pizzarotti, che si è tolto per un momento il sorrisone fisso con cui lo vediamo abitualmente. Incalzato da più persone rispetto alle ordinanze di sgombero che ha firmato in queste settimane, il Signor sindaco si è arrabbiato mostrando una grinta e un’audacia inaspettata. Ci auguriamo di rivedere questa grinta nei futuri incontri con le banche, l’Unione Industriali con Iren, con Proges, occasioni in cui lo vediamo sempre ridere e stringere le mani a chi in questi anni ha guadagnato milioni di euro passando sul cadavere di Parma e dei suoi cittadini.
Ma andiamo avanti e veniamo a noi. Dietro il nostro striscione più di duecento persone: studenti, lavoratori, occupanti e militanti hanno dimostrato con determinazione la volontà di opporsi alle politiche antipopolari dell’Unione Europea e alle ricadute che queste hanno nelle nostre vite. Il nostro non è stato un corteo silenzioso, durante tutto il percorso si sono susseguiti gli slogan contro l’abbassamento dei salari, per il diritto alla casa, contro privatizzazioni, spese militari e guerra; ci siamo chiesti a gran voce cosa ci facesse un partito come il PD nel corteo del 25 Aprile. Lo stesso Partito Democratico del “piano casa” che nega la la residenza agli occupanti di case, lo stesso partito che tramite il Job Act precarizzerà ulteriormente le vite di milioni di lavoratori. Tutta la loro ipocrisia si dimostra nelle parole del presidente della provincia Bernazzoli che ha avuto il coraggio di dichiarare: “La società in cui viviamo oggi è quella che i nostri padri vorrebbero? Io credo di no: c’è troppa disuguaglianza, un’ingiustizia palese ecc…” Veramente disgustoso!
Lontano dalla retorica e dalla celebrazione, il nostro 25 Aprile è passato anche per un’azione di denuncia, andando a liberare simbolicamente la storica Piazza del mercato, la Ghiaia, da sempre simbolo della Parma popolare, oggi completamente in mano ai privati a cui il Comune paga ogni anno un’affitto (160.000 euro) per poter svolgere i mercati settimanali. Tutto questo i media locali hanno preferito ignorarlo, dedicando più spazio a piccoli episodi piuttosto che ai contenuti espressi lungo il corteo e in Piazza Ghiaia. Mentre noi denuciavamo questo scandalo, il sindaco Pizzarotti citava Gramsci dal palco. “Vivo sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti”. E tu sindaco Pizzarotti da che parte stai? Dalla parte di chi è sfruttato o di chi sfrutta? Dalla parte di chi non ha la casa o di chi specula su questo diritto? Noi la nostra parte la conosciamo da tempo, siamo parte di chi vive con stipendi da fame e si deve accontentare di lavori precari, siamo parte di chi occupa le case, siamo parte di chi vuole costruire una “città futura” libera dalle disuguaglianze e dai privilegi.

Fronte antifascista
Gruppo anarchico Cieri-Fai
Kollettivo Giovanile Autogestito
Insurgent City
Partito Comunista dei Lavoratori
Raf Parma
Rete Diritti in Casa
SPA Sovescio
U.S.I. Parma

Posted in Generale | Leave a comment

Nuovo blitz, 27 aprile, contro il lavoro domenicale nei supermercati

blitz 2

l”Unione Sindacale di  Base e l’Unione Sindacale Italiana hanno organizzato un’iniziativa di protesta in  appoggio ai lavoratori dei centri commerciali Panorama ed Eurosia distribuendo volantini e realizzando un comizio volante. L’iniziativa ha riscontrato adesione significativa da parte dei lavoratori e lavoratrici di fatto costretti  a lavorare la domenica, da una parte con un salario giornaliero quasi feriale (dal  60% all’80% in meno rispetto alla maggiorazione di prima) e dall’altra rinunciando a quella giornata di riposo necessaria ai momenti di socialità familiare e amicale. Il  decreto salva  Italia  del governo  Monti liberalizzando gli  orari delle  aperture dei centri commerciali anziché aumentare l’occupazione garantita ha incentivato le assunzioni precarie. Il Sindacalismo di base continuerà nelle iniziative di lotta e solidarietà con i lavoratori dei centri commerciali

http://www.parmatoday.it/cronaca/blitz-usi-usb-lavoro-domenicale.html

Posted in Generale | Leave a comment

1 MAGGIO POPOLARE

1 Maggio14

Posted in Generale | Leave a comment

La casa è di chi l’occupa! Occupazioni contro la speculazione, il degrado e l’abbandono!

sangiuseppe

Nella giornata di venerdì 4 aprile lo Spazio Popolare Autogestito Sovescio e
la casa occupata presso il Cinema Lux di Parma sono stati raggiunti da
ingiunzioni di sgombero a firma del sindaco a 5 stelle, Federico Pizzarotti.
Nella stessa settimana è stato inoltre dato applicazione al Decreto Legge 47
del 2014 (entrato in vigore solo il 29 marzo scorso) con revoca delle residenze
date nelle case occupate, di nuovo a firma del sindaco. L’intento politico è
evidente, la volontà di cancellare due importanti occupazioni che hanno
rivitalizzato due enormi stabili che si trovano nel centro storico e nel
quartiere dell’oltretorrente, posti chiusi da anni, in disuso e abbandono.
Occupazioni dove in tutto hanno trovato ospitalità 8 famiglie che fanno parte
della Rete Diritti in Casa e che in quelle case hanno trovato un tetto e
un’opportunità per rincominciare.
Lo Spazio Popolare Sovescio, che negli ultimi mesi ha organizzato con noi
molte iniziative di lotta e di promozione della storia e della cultura
libertaria, ha inoltre allestito una splendida palestra popolare, in ricordo
del compagno Luca Malpeli, una biblioteca e uno spazio per il book crossing e
numerose sale assemblee, in una delle quali aveva trovato ospitalità lo
‘Sportello di lotta per i lavoratori’ della Sezione USI di Parma.

Contro questo provvedimento del nuovo sindaco sceriffo a 5 stelle, contro gli
sgomberi delle case occupate, case lasciate chiuse per anni da grandi
speculatori, contro l’uso politico delle ordinanze, oggi la sezione di Parma
dell’USI e il gruppo Anarchico ‘Antonio Cieri’ FAI  dichiarano solidarietà alla
casa occupata del cinema LUX e allo SPA SOVESCIO

USI sez. Parma

Gruppo Anarchico A. Cieri-FAI Parma

Posted in Generale | Leave a comment

le lotte sociali non si arrestano

antirepr-usiait

Posted in Generale | Leave a comment

12 aprile lotta per la casa e contro jobs act

12_Aprile_2014_manifestazione_nazionale_Roma

L’Unione Sindacale Italiana (USI – AIT) aderisce alla Manifestazione di Roma del 12 Aprile promossa dai movimenti di lotta sulla base dei contenuti espressi quali il diritto alla abitazione e agli spazi di socialità, rivendicando la riappropriazione come metodo di lotta per riaffermare i diritti inalienabili alla casa, al lavoro, al reddito.

 

La nostra partecipazione a questa Manifestazione sarà soprattutto caratterizzata dalla presenza all’interno dei movimenti di lotta che nel territorio si muovono sulla base dell’azione diretta strettamente legata ai bisogni e alla necessità di vita, di una vita dignitosa e avversa a tutti i privilegi economi e politici che mortificano il senso di uguaglianza e libertà nella società.

La Segretaria nazionale USI – AIT

Posted in Generale | Leave a comment

11 aprile sciopero della scuola

sciopero scuola

Posted in Generale | Leave a comment